mercoledì 13 maggio 2015

Ferma, Immobile

Onde di ansia mi percorrono,
rimango immobile,
ferma, instabile.

Incapace di pensare,
di agire impotente,
davanti ad una realtà più grande di me.

Che ne posso io,
piccolo essere
tra tanti.

Onde di ansia mi percorrono,
rimango ancora inerte,
incapace di vivere.

Ferma, immobile,
solo la mente può permetterselo:
viaggiare oltre la realtà.

Oltre i confini
in una vita parallela,
in una vita in cui io e te saremo finalmente noi.

Onde di ansia mi percorrono,
la paura si fa spazio 
ed io sono ancora ferma.

Il futuro mi spaventa,
la paura di perderti,
il timore che tutto sia stato vano.

E ancora a guardarmi dentro ad uno specchio,
in un mondo pieno di pace,
pieno di te.

Intanto rimango qui,
ferma, immobile,
incapace di vivere.

Elena M.

foto da: la poesia è donna

Una domenica pomeriggio di luglio

Ti guardo, sei li sul nostro letto con quella tua smorfia un po' buffa che adoro, assopito in una domenica qualsiasi di luglio. Fa un c...